PASQUAROSA BERTOLETTI MARCELLI

Anticoli Corrado (Roma) 1896- Camaiore (Lucca) 1973

Nata in una famiglia di contadini, si trasferisce a Roma giovanissima nel 1912 e lavora come modella per Felice Carena e Nicola D’Antino. Posa anche per Nino Bertoletti, che sposerà nel 1915. Esordisce come pittrice nel 1915 alla III mostra della Secessione, con quattro nature morte. La sua verve coloristica e lo spontaneo anti accademismo la pongono al centro dell’attenzione: Pasquarosa espone ancora alla Secessione del 1916 e nel 1918 espone con un gruppo di artisti, fra i quali Ferrazzi, Spadini, Deiva De AngelisSocrateOppo, in una importante mostra alla Casina del Pincio. 
A partire dagli anni Venti, pur occupando una posizione marginale nel contesto romano, è presente in tutte le maggiori occasioni espositive Sindacali, Quadriennali, Biennali di Venezia. La personale più importante si tiene alla Arlington Gallery di Londra del 1929, con presentazione di Emilio Cecchi. Oltre a Cecchi, Pasquarosa insieme al marito è in rapporti di amicizia con Luigi Pirandello, Massimo Bontempelli, Giorgio de Chirico, Cipriano Efisio Oppo.
Nel 1953 vince il Premio Marzotto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.